Sverminare un gatto: tipi di vermi e trattamenti

I vermi intestinali più comuni che i gatti possono contrarre sono chiamati ascari e tenie. La maggior parte dei gatti infetti non mostra segni di avere vermi; tuttavia, un’infestazione intensa può causare perdita di peso, vomito, diarrea, irritazione intorno all’ano e difficoltà a crescere adeguatamente.

È importante notare che, mentre i vermi possono talvolta causare problemi al gatto stesso, alcuni vermi possono anche essere trasmessi agli esseri umani e in rare occasioni possono essere causa di gravi malattie umane. Per questi motivi, il trattamento regolare di gatti e gattini per prevenire o eliminare i vermi è molto importante.

Tipi di vermi

Ascari

ascari intestinali gatto

Gli ascari intestinali sono i parassiti intestinali più comuni nei gatti e si verificano in gatti di tutte le età in tutto il mondo. I due ascari più comuni dei gatti sono chiamati Toxocara cati e Toxascaris leonina.

Le uova di questi vermi vengono espulse nelle feci e possono rimanere vitali nell’ambiente per diversi anni. Queste uova possono infettare altri gatti in due modi. Primo, un gatto può mangiare (ingerire) le uova direttamente da un ambiente contaminato. Secondo, se un altro animale mangia le uova (ad esempio, un topo o un ratto), questi possono fungere da “ospiti intermedi” e trasmettere l’infezione a un gatto se lo predano (e mangiano) l’ospite intermedio infetto.

Toxocara cati viene anche trasmesso dalle regine (gatte madri) ai gattini attraverso il latte che produce. Ogni volta che un gatto è infetto da ascari, alcune forme immature (larve) rimangono dormienti nei tessuti del corpo. Ciò di solito non causa danni, ma quando una gatta diventa incinta, queste larve migrano verso le ghiandole mammarie e vengono espulse nel latte che produce per i gattini. Questa è una via di infezione molto comune e dovremmo supporre che ogni gattino sarà infetto da Toxocara cati di conseguenza.

Nella maggior parte dei casi, si raccomanda un trattamento regolare per gli ascari durante tutta la vita del gatto. Tuttavia, per determinare se un gatto è effettivamente infetto da vermi, è possibile raccogliere un campione di feci e esaminarlo in laboratorio per cercare la presenza delle uova del verme.

Altri ascari gastro-intestinali che possono infettare i gatti in varie parti del mondo includono:

  • Ollulanus tricuspis (trovato nello stomaco)
  • Gnathostoma spp
  • Physaloptera spp
  • Strongyloides spp

Anchilostomi

Gli anchilostomi sono un tipo di ascari intestinali presenti nella maggior parte dei paesi del mondo, ma sono più comuni in alcuni paesi rispetto ad altri. Questi vermi possono danneggiare la mucosa dell’intestino dove si attaccano, e ciò può portare a perdita di peso, sanguinamento e anemia.

I gatti possono essere infettati ingerendo le uova dall’ambiente, mangiando un ospite intermedio infetto (come nel caso di Toxocara cati) o attraverso le larve che scavano la pelle del gatto dall’ambiente esterno.

Gli anchilostomi comuni nei gatti includono Ancylostoma tubaeforme e Uncinaria stenocephala, ma altre specie sono presenti in alcuni paesi.

Tenie

Le tenie sono vermi generalmente lunghi e piatti composti da molti segmenti. I segmenti maturi contenenti le uova vengono rilasciati dalla fine della tenia e passano nelle feci. Questi segmenti spesso assomigliano a chicchi di riso e possono talvolta essere visti sui peli intorno all’ano del gatto, nelle feci e sul letto del gatto.

Per completare il loro ciclo di vita, tutte le tenie richiedono un ospite intermedio che prima mangi le uova dall’ambiente, e poi il gatto diventerà infetto mangiando l’ospite intermedio. Gli animali che fungono da ospiti intermedi variano a seconda della specie di tenia. Le tenie più comuni che infettano i gatti in tutto il mondo sono Dipylidium caninum e Taenia taeniaeformis.

Dipylidium caninum viene trasmesso ai gatti dalle pulci. Le larve immature delle pulci ingeriscono le uova del verme, ma l’infezione viene poi trasmessa a un gatto quando ingoia una pulce infetta durante la toelettatura. Si dovrebbe supporre che ogni gatto infetto da pulci abbia anche Dipylidium caninum (e viceversa).

Taenia taeniaeformis viene trasmessa quando i gatti mangiano piccoli roditori (ratti e topi), i roditori avendo mangiato le uova dall’ambiente. Questa infezione è molto comune nei gatti che cacciano.

Altre tenie presenti in alcuni paesi includono:

  • Diphylobothrium latum (i pesci sono gli ospiti intermedi)
  • Spirometra spp (anfibi, rettili e roditori sono ospiti intermedi)
  • Diplopylidium spp (rettili sono ospiti intermedi)
  • Joyeuxiella spp (rettili sono ospiti intermedi)
  • Echinococcus multilocularis (roditori sono ospiti intermedi)

Sverminare il tuo gatto

sverminare gatto

Gli ascari sono estremamente comuni nei gattini e, dato che i gattini possono essere infettati dal latte della madre, si dovrebbe presumere che tutti i gattini siano infetti e che la sverminazione debba iniziare in giovane età. Le raccomandazioni comuni sono:

  • Trattare i gattini per gli ascari ogni 2 settimane dall’età di 3 settimane fino a 8 settimane, poi mensilmente fino all’età di 6 mesi.
  • Trattare i gatti adulti (di età superiore ai 6 mesi) ogni 1-3 mesi.

Le tenie sono di solito un problema solo nei gatti più anziani, a meno che un gattino non abbia anche delle pulci.

  • Trattare i gatti adulti (di età superiore ai 6 mesi) ogni 1-3 mesi con un prodotto che sia efficace sia contro le tenie che contro gli ascari. Un prodotto attivo contro Dipylidium caninum dovrebbe anche essere utilizzato nei gattini che hanno infestazioni di pulci.

Quali prodotti sverminanti usare?

Ci sono molti prodotti sverminanti diversi disponibili sul mercato e la disponibilità dei farmaci varia tra i diversi paesi. Anche se i prodotti sverminanti potrebbero essere disponibili in negozi di animali e persino in alcuni supermercati, spesso questi sono prodotti vecchi o meno efficaci e alcuni sono addirittura meno sicuri da usare nei gatti.

È sempre meglio cercare il consiglio del tuo veterinario, che saprà quali tipi di vermi sono comuni nella tua zona e sarà in grado di consigliare i trattamenti più efficaci e sicuri per il tuo gatto. Inoltre, sono disponibili alcuni trattamenti che potrebbero essere più facili da somministrare, come un’iniezione che il tuo veterinario può dare, una piccola pillola che può essere mescolata con il cibo, o anche alcune gocce che possono essere applicate sulla pelle.

Altri vermi

Oltre ai vermi intestinali, i gatti possono essere infettati da una varietà di altri vermi in altri siti del corpo, anche se spesso questi vermi non sono presenti in tutte le regioni del mondo. Questi includono:

  • Dirofilaria immitis – verme del cuore
  • Aelurostrongylus abstrusus – verme del polmone
  • Capillaria spp – verme del polmone
  • Thelazia callipaeda – verme dell’occhio.

Fonti per approfondimenti:

  1. International Cat Care: Guida completa sulla sverminazione dei gatti, dai roundworms ai tapeworms.
  2. Kitten Lady: Consigli su come trattare roundworms e hookworms nei gattini.
  3. Countryside Veterinary Clinic: L’importanza della sverminazione regolare e i rischi associati.

ultimi articoli

Come allontanare un gatto: tecniche e strategie

Quando si parla di come allontanare o spaventare a morte un gatto, la prima immagine che potrebbe venire in mente è quella di un...

Spazzolare il proprio gatto

La cura del pelo del gatto non è solo una questione estetica, ma rappresenta un aspetto fondamentale per garantire il benessere fisico e psicologico...

Quante volte urina un gatto sano nel corso del giorno?

Prendersi cura del proprio gatto va oltre il semplice nutrirlo e lavarlo. È fondamentale conoscere anche il suo stato di salute. "Quante volte un...

I vari significati del movimento della coda del gatto

Il movimento della coda del gatto è molto più complesso rispetto a quello del cane. Ci sono diversi modi in cui un gatto può...

Feromoni Gatto e loro funzioni

Nel vasto mondo dei gatti, la comunicazione non si limita ai miagolii o ai fusa. I gatti, infatti, hanno un metodo di comunicazione silenzioso...