Morso di gatto: Informazioni essenziali e procedure da seguire

I morsi dei gatti rappresentano una parte significativa del totale dei morsi animali osservati, con un’incidenza che varia notevolmente a seconda della località. Ad esempio, i dati del pronto soccorso di New York City rivelano che i morsi di gatto costituiscono circa il 13% di tutti i morsi, secondi solo ai cani (70%), mentre a Dallas, Texas, è il 25%. La percentuale esatta varia tra i paesi in tutto il mondo.

Località OsservataPercentuale di Morsi Causati dai Gatti (%)
Francia16.8
Italia19.7
Spagna8
Svizzera25
Turchia7.5
Stati Uniti3–15

Fattori ambientali associati a un aumento dell’incidenza dei morsi includono un’alta umidità e i mesi estivi. I gatti rappresentano una porzione maggiore (89,4%) degli attacchi provocati rispetto ai cani. Caratteristiche aggiuntive come la razza Siamese, il genere femminile e lo status domestico aumentano il rischio di attacco. A differenza dei cani, i morsi di gatto sono in gran parte inflitti dal gatto del proprietario, indipendentemente dall’età della vittima. Altre caratteristiche delle vittime associate a una maggiore prevalenza includono il genere femminile e un’età più avanzata.

I morsi di gatto si presentano comunemente come una singola puntura, spesso sulla mano o sul braccio (91%). Tra le lesioni alla mano, l’indice è il sito più comune di infortunio (45%).

Tra tutti i morsi animali, le ferite non purulente con linfangite sono più associate ai gatti. I fattori di rischio per la successiva ospedalizzazione includono il fumo, uno stato di immunodepressione, la localizzazione del morso su un’articolazione o una guaina tendinea e i segni fisici iniziali di arrossamento e gonfiore.

Il trattamento iniziale delle ferite da morso di gatto è simile a quello dei morsi di cane, che prevede irrigazione, sbrigliamento, coltura della ferita e valutazione del rischio di tetano e rabbia.

Tuttavia, non si raccomanda la chiusura primaria dei morsi di gatto a causa della loro profondità penetrante e dell’aumentato tasso di contaminazione associato a queste ferite. Il debridement chirurgico iniziale è di fondamentale importanza e in uno studio è stato dimostrato che riduce il tampone batterico positivo dal 62% al 13% dopo la procedura. Si dovrebbero ottenere radiografie standard se si sospetta un coinvolgimento di osso o articolazione. Le lacerazioni possono essere chiuse dopo un periodo di attesa di 4-5 giorni con elevazione, immobilizzazione e fisioterapia intensiva implementata in tutti i morsi alla mano.

Le complicazioni dei morsi di gatto includono infezione della ferita, sviluppo dell’infezione da rabbia e linfadenopatia (febbre da graffio di gatto).

L’infezione della ferita dopo i morsi di gatto è la preoccupazione principale, poiché è più comune dopo i morsi di gatti (30,8%) che di cani (8,5%). Il profilo microbiologico di questi morsi è comunemente una infezione mista aerobica e anaerobica (63%), con Pasteurella multocida presente nel 70% di tutte le infezioni.

Pasteurella di solito indica sintomi spesso entro 3 ore dall’attacco. L’infezione si presenta spesso con cellulite con arrossamento (89%), dolore intenso (83%), edema (77%) e febbre (18%) entro 3 ore dall’incidente del morso. Sono stati segnalati anche tenosinovite, artrite, ascesso e sepsi (18%), così come osteomielite, polmonite, ascessi polmonari e empiema. I patogeni comuni e i trattamenti sono presentati nella tabella sotto.

Patogeni comuni e trattamento successivo dei morsi di gatto

PatogenoTrattamento ConsigliatoTempisticaVia di SomministrazioneDosaggioNote
Pasteurella multocidaBeta-lattamico (ad es., penicillina)2-3 volte al giorno con pastoOrale25–50 mg per bambini; 250–300 mg per adultiAntibiotici ad ampio spettro utilizzati solo se l’infezione è avanzata
Inibitori della beta-lattamasi (ad es., tazobactam)
StaphylococciBeta-lattamico (ad es., penicillina)2-3 volte al giorno con pastoOrale25–50 mg per bambini; 250–300 mg per adulti
Inibitori della beta-lattamasi (ad es., tazobactam)
Francisella tularnesisStreptomicina2 dosi giornaliere; una dose ogni 12 oreIM30–40 mg/kg/d per bambini; 7.5–10 mg/kg/d per adulti
Yersinia pestisStreptomicina2 dosi giornaliere; una dose ogni 12 oreIM30 mg/kg/d per bambini; 2 g/d per adulti
Gentamicina
Sporothrix schenckiiItraconazolo3-6 mesi di trattamento antibiotico; 1 dose al giorno; 2 dosi se il paziente non rispondeOrale200 mgNon deve essere somministrato a pazienti in gravidanza
Bartonella henselaeAzitromicina1 giorno di un certo dosaggio e 4 giorni di un dosaggio minoreOrale10 mg/kg/d seguito da 5 mg/kg per altri quattro giorni per bambini; 500 mg/d seguito da 250 mg per 4 giorni per adultiSi noti che alcune infezioni non richiedono antibiotici, specialmente se si tratta di una linfadenopatia localizzata
IM = intramuscolare

Consultare sempre un medico ed un veterinario per patogeni e trattamenti successivi al morso di un gatto.

Fonti per approfondimenti:

  1. Cat and Dog Bites – familydoctor.org: Informazioni su come trattare e prevenire morsi di gatti e cani, e sintomi di infezione.
  2. Treatment for Dog and Cat Bites – Stanford Medicine: Dettagli sul trattamento di morsi e graffi di animali, inclusi antibiotici e vaccini.
  3. Dog and Cat Bites – AAFP: Esame del trattamento profilattico dei morsi di animali e suggerimenti sugli antibiotici.
  4. Cat Bite Infections – NCBI: Un’analisi approfondita delle infezioni da morso di gatto, comprese le cause, i sintomi e le opzioni di trattamento.

ultimi articoli

Il Microchip nel Mondo dei Gatti

Il mondo dei gatti è affascinante e misterioso, e proprio come noi umani, anche i nostri amici felini hanno bisogno di un'identità. Il microchip...

Perchè il gatto fa la pipì fuori dalla lettiera

Quando il tuo gatto inizia a evitare la lettiera, non è solo un comportamento casuale. C'è sempre una ragione dietro. Può essere legata a...

Quando un gatto ti dorme addosso, cosa sta cercando di dirti?

Condividiamo quasi tutto con i nostri mici. Pasti, selfie, momenti di gioco e affetto. Loro hanno libero accesso ai nostri cuori e alle nostre...

Gatto certosino: il felino che ha stregato generazioni

L'affascinante storia del gatto certosino ha origini avvolte nel mistero e nell'antichità. Questa razza di gatto, con il suo pelo blu-grigio e gli occhi...

Come capire se il tuo gatto ha freddo

Il tuo gatto cerca più coccole ultimamente? Con il calo delle temperature, il tuo gatto cercherà fonti di calore affidabili, e tu sei una...