Gatto che soffia: Tipi di aggressività nei gatti

L’aggressività, manifestata come comportamento ostile o violento con l’intento di dominare o intimidire un altro individuo, è un problema comportamentale piuttosto comune nei gatti. Le cause dell’aggressività felina possono essere complesse, sia in termini di fattori scatenanti che di obiettivi, rendendo difficile trovare strategie per eliminare tale comportamento.

gatto che soffia

Le conseguenze possono variare da lesioni ad altri gatti e persone, fino all’abbandono di gatti aggressivi nei rifugi. Uno studio recente ha rivelato che il 27% dei gatti consegnati ai rifugi per motivi comportamentali era dovuto all’aggressività. Vista la gravità della situazione, è fondamentale che i proprietari di gatti comprendano le cause dell’aggressività del loro animale per sviluppare un piano d’intervento efficace.

Riconoscere i segni di un gatto spaventato o aggressivo può aiutare a prevenire infortuni. Questi segnali possono essere divisi in due categorie: quelli osservabili sul viso e sulla testa e quelli espressi dalla postura del corpo.I segni di aggressività includono pupille dilatate, orecchie appiattite all’indietro, coda eretta con peli ritti e schiena arcuata. I segni di paura includono pupille dilatate, orecchie appiattite e rivolte verso l’esterno, baffi appiattiti o premuti sul viso, coda avvolta o nascosta sotto il corpo e testa sollevata mentre si è sdraiati.

I gatti possono manifestare diversi tipi di aggressività e, in alcuni casi, possono mostrare più di un tipo contemporaneamente.

Ecco alcuni principi generali per gestire tutti i tipi di aggressività felina:

  • Intervenire precocemente è la soluzione migliore.
  • Qualsiasi forma di punizione fisica può aumentare la paura o l’ansia del gatto e peggiorare l’aggressività.
  • I farmaci possono aiutare, ma solo in combinazione con modifiche comportamentali e/o ambientali.
  • Riconoscere l’aggressività e sorprendere un gatto aggressivo senza contatto fisico è solitamente efficace.
  • Evitare situazioni che si sa renderanno un gatto aggressivo.
  • Separare i gatti che mostrano aggressività reciproca e reintrodurli lentamente con rinforzi positivi.
  • I premi alimentari sono ottimi rinforzi per comportamenti non aggressivi.

L’aggressività che non può essere gestita con le tecniche descritte potrebbe richiedere una consulenza con un comportamentalista veterinario. È fondamentale utilizzare le informazioni qui presentate in stretta collaborazione con il proprio veterinario.

Il primo passo nella gestione di un gatto aggressivo è assicurarsi che non ci siano motivi medici alla base del comportamento aggressivo. Malattie come l’ipertiroidismo, l’osteoartrite, le malattie dentali e i problemi del sistema nervoso centrale possono causare aggressività. Pertanto, è essenziale consultare un veterinario prima di tentare di gestire gatti aggressivi attraverso modifiche comportamentali e/o ambientali.Una volta escluse cause mediche, identificare il tipo di aggressività è fondamentale per comprenderne la causa e sviluppare un piano d’intervento.

Tipi di Aggressività

gatto che soffia

I gatti possono manifestare aggressività per molteplici motivi. Comprendere la causa dell’aggressività di un gatto è cruciale, poiché diversi tipi di aggressività necessitano di approcci gestionali differenti. Di seguito sono elencate le principali categorie di aggressività felina e come affrontarle:

Aggressività da Gioco

I giovani gatti e i gattini che non sono cresciuti con i loro fratelli, o che non hanno avuto sufficienti opportunità di giocare, mostrano spesso un comportamento di gioco aggressivo. Imparare un gioco appropriato è una parte fondamentale della socializzazione del gatto, e ciò avviene normalmente durante il tempo trascorso con i fratelli. I gatti apprendono che stanno mordendo o graffiando troppo forte quando i loro fratelli smettono di giocare o reagiscono.

Aggressività da Paura

Nelle sue osservazioni, Jackson ha notato che un gatto può manifestare aggressività quando si trova di fronte a qualcosa di sconosciuto, come una nuova persona, un altro animale o un rumore, o quando associa una situazione a un ricordo spiacevole, come una visita dal veterinario.

Aggressività Indotta dalle Coccole

Alcuni gatti, anche se sembrano godersi un momento di coccole, possono improvvisamente diventare aggressivi. Questo tipo di aggressività può manifestarsi improvvisamente durante una sessione di coccole, anche se il gatto sembrava godersi l’attenzione.

Aggressività Rediretta

Quando un gatto è eccitato da uno stimolo ma non può rispondere direttamente, potrebbe redirigere la sua aggressività verso un umano o un altro gatto. Stimoli comuni che scatenano questa aggressività rediretta includono rumori forti, vedere un gatto esterno o randagio attraverso una finestra, o un alterco con un altro gatto in casa.

Aggressività Indotta dal Dolore

Un gatto che prova dolore può diventare aggressivo nel tentativo di evitare ulteriore dolore o disagio. Ad esempio, i gatti con osteoartrite potrebbero non gradire che le loro articolazioni vengano toccate o manipolate.

Aggressività da Status

Occasionalmente, i gatti possono mostrare segni di aggressività verso persone o altri animali quando cercano di stabilire una dominanza sociale. Ad esempio, i gatti che bloccano le porte con il loro corpo o che danno uno schiaffo ad altri gatti mentre passano potrebbero manifestare questo tipo di comportamento.

Aggressività Territoriale

I gatti sono noti per stabilire e difendere i loro territori. Possono mostrare aggressività verso gatti appena introdotti e, in alcuni casi, anche verso altri animali o persone che invadono il loro spazio. A volte, potrebbero persino attaccare gatti residenti che erano precedentemente accettati ma che sono stati lontani da casa, come dopo un ricovero ospedaliero. Questa aggressività si manifesta spesso attraverso schiaffi, inseguimenti e attacchi all’individuo invasore.

La chiave per gestire l’aggressività territoriale è la pazienza. Non bisogna mai affrettare un’introduzione o una reintroduzione. I gatti nuovi o di ritorno dovrebbero avere un proprio spazio con lettiera, acqua e cibo separati. Dopo alcuni giorni, si può tentare uno scambio di posti tra il gatto nuovo o di ritorno e il gatto residente, permettendo a ciascuno di annusare e familiarizzare con l’odore dell’altro. Questo passaggio può essere ripetuto quotidianamente per diversi giorni.

Il passo successivo è permettere ai gatti di vedersi e annusarsi, ma senza interagire direttamente. Questo può essere fatto mettendo i gatti in trasportini opposti nella stessa stanza. L’idea è associare esperienze positive, come il cibo, con la presenza dell’altro gatto. Se mostrano segni di aggressività, bisogna aumentare la distanza tra di loro. Questo processo dovrebbe essere ripetuto per diversi giorni, riducendo gradualmente la distanza ogni volta.

Infine, una volta che i gatti sembrano tollerarsi a vicenda, possono essere liberati nella stessa stanza, ma sempre sotto supervisione. Se si manifestano segni di aggressività, è necessario tornare al passaggio precedente e ripetere il processo.

Aggressività Materna

Le gatte che hanno appena partorito e stanno allattando i cuccioli possono diventare protettive e aggressive se percepiscono una minaccia per i loro piccoli. In questi casi, è essenziale fornire un ambiente tranquillo e ridurre al minimo le interazioni con la madre e i cuccioli. Con il tempo, man mano che i cuccioli crescono e diventano più indipendenti, l’aggressività materna tende a diminuire.

Aggressività tra Gatti

L’aggressività tra gatti, in particolare tra maschi, può diventare evidente man mano che raggiungono la maturità sociale, tra i due e i quattro anni di età. La sterilizzazione o la castrazione possono aiutare a ridurre l’aggressività legata agli ormoni. Se ciò non risolve il problema, i gatti dovrebbero essere separati e reintrodotti gradualmente, come descritto nella sezione sull’aggressività territoriale.


Fonti per approfondimenti:

  1. Cornell University College of Veterinary Medicine: Esplora le cause e le strategie per gestire l’aggressività felina.
  2. ASPCA – Aggression in Cats: Guida sulle diverse forme di aggressività nei gatti e sul linguaggio del corpo felino.
  3. The Humane Society – Aggression between cats: Discussione sull’aggressività tra gatti e come gestire la territorialità.

ultimi articoli

Come somministrare la medicina liquida al tuo gatto

Quando si tratta di somministrare medicine, i gatti sono notoriamente riluttanti. Ma indipendentemente da quanto possa essere ostinato il tuo micio, ha comunque bisogno...

Quanto Costa mantenere un Gatto? Panoramica sulle spese

Quando si decide di accogliere un gattino nella propria vita, una delle prime domande che ci si pone è quanto costa un gatto in...

Gatto bengala: Scheda completa per orientare all’acquisto

Il gatto bengala non è un semplice felino domestico, è una vera e propria meraviglia della natura. La prima volta che si posa lo...

Qual’è il peso ideale per il tuo gatto

In un mondo dove i gatti prosperano, potrebbe non essere immediatamente evidente se il proprio micio ha bisogno di perdere qualche chilo. La vista...

Il Gatto Maine Coon: Un Viaggio nel Mondo del Felino Più Regale

Gatto Maine Coon: Un'introduzione al Gigante tra i Felini Il Gatto Maine Coon è ben più di un semplice felino. Si tratta di una meraviglia...