Virus della Panleucopenia Felina o Distemper Felino

Il Virus della Panleucopenia Felina, noto anche come Distemper Felino, è una malattia infettiva altamente contagiosa e potenzialmente letale per i gatti. Colpisce principalmente i gattini e i gatti non vaccinati, e può essere fatale se non diagnosticata e trattata correttamente. È strettamente correlato al parvovirus canino (spesso confuso poiché non è correlato al virus del distemper canino).

Questo virus infetta e uccide le cellule che crescono e si dividono rapidamente nel corpo, come quelle del midollo osseo, dell’intestino, della pelle e del feto in sviluppo. Il virus sopprime la produzione di tutti i globuli bianchi nel midollo osseo, essenziali per il sistema immunitario e utilizzati per combattere le infezioni. Senza di essi, il gatto è vulnerabile alla diffusione del virus. Le cellule infette nell’intestino portano a diarrea, perdita di appetito e vomito.

La disidratazione grave ne consegue e la barriera di protezione tra l’intestino e il resto del corpo si rompe, portando a infezioni batteriche secondarie. Il virus si diffonde rapidamente ed è letale se non trattato. Il distemper felino si trova ovunque nell’ambiente; è resistente e può sopravvivere per anni. Il virus può sopravvivere nell’ambiente in cui è stato rilasciato o può essere trasportato su scarpe, zampe, biancheria da letto, ciotole, lettiere, ecc.

Può sopravvivere a temperature di congelamento e a temperatura ambiente e può anche resistere all’uso di alcuni disinfettanti, incluso iodio e alcol. Il virus entra nel corpo attraverso il naso o la bocca; il sistema immunitario specifico del gatto determina il numero di particelle virali che entrano nel corpo. Di solito, il virus invade il midollo osseo e l’intestino entro due-sette giorni dal contatto del gatto con il virus.

La panleucopenia è considerata una delle malattie felina più letali nella popolazione di gatti non vaccinati. I gattini, i gatti con sistemi immunitari depressi e i gatti incinti sono a maggior rischio di sviluppare gravi sintomi di questa malattia.

Sintomi del Virus della Panleucopenia Felina (Distemper Felino)

I sintomi del distemper felino possono variare da lievi a gravi e possono includere:

• Letargia

• Depressione

• Vomito

• Diarrea

• Addome dolorante (quando toccato o può apparire teso e disteso senza toccarlo)

• Disidratazione

• Perdita di peso

• Mantello ruvido o trasandato

• Febbre

• Appetito ridotto o assente

• Collasso (nei casi gravi)

• Lividi sulla pelle o sulle gengive (nei casi gravi)

I gattini infettati dal virus della panleucopenia durante la gravidanza possono essere abortiti. I gattini infettati nell’utero durante le ultime fasi della gravidanza possono sviluppare l’ipoplasia cerebellare una volta nati, una condizione in cui il virus influisce sulla formazione di una parte del cervello chiamata cervelletto. Questa è la parte che coordina equilibrio e movimento.

I gattini colpiti avranno tremori intenzionali da lievi a gravi e una postura ampia. Potrebbero cadere frequentemente o sembrare mal coordinati. Fortunatamente, questa non è considerata una condizione dolorosa e questi gattini speciali, se tenuti in ambienti sicuri, possono vivere a lungo e felicemente.

Cause del Virus della Panleucopenia Felina (Distemper Felino)

I gatti possono contrarre questo virus in utero a causa della loro madre infettata durante la gravidanza o essendo esposti ad esso nel loro ambiente. I gattini possono anche essere infettati in utero o tramite il latte materno durante l’allattamento.

Un gatto portatore del virus del distemper felino rilascerà particelle virali nell’ambiente attraverso feci, urina, saliva e vomito. L’infezione si verifica quando i gatti suscettibili vengono a contatto con queste secrezioni.

Fortunatamente, un gatto infetto rilascia il virus solo per uno o due giorni, ma poiché il virus è molto stabile nell’ambiente, può vivere per anni. Ecco perché è comune che i gatti si infettino a causa del loro ambiente.

Come i Veterinari Diagnosticano il Virus della Panleucopenia Felina (Distemper Felino)

La panleucopenia felina può assomigliare a molte altre condizioni, come la leucemia felina o il virus dell’immunodeficienza felina. Ogni gattino che mostra segni di febbre, vomito, diarrea, depressione e diminuzione dell’appetito è sospettato di panleucopenia felina.

Una storia medica accurata può aiutare nella diagnosi, specialmente se il tuo gatto è stato recentemente adottato, è stato spesso all’aperto, non è vaccinato e/o è stato in contatto con altri gatti. Il tuo veterinario probabilmente farà degli esami del sangue per aiutare nella diagnosi. La panleucopenia felina è sospettata quando la storia dell’esposizione è correlata a globuli bianchi molto bassi e possibilmente a bassi globuli rossi (anemia).

La ricerca fecale del virus della panleucopenia felina può essere eseguita ma spesso è falsamente positiva se al gatto è stato somministrato un vaccino contro la panleucopenia 5-12 giorni prima del test. L’isolamento del virus (un test per trovare il virus in diversi campioni di tessuto), i livelli di anticorpi e i test PCR sono anche disponibili per aiutare a confermare i sospetti di panleucopenia felina.

Trattamento del Virus della Panleucopenia Felina (Distemper Felino)

Non esiste un trattamento specifico per la panleucopenia felina. La disidratazione viene trattata con una terapia aggressiva di fluidi endovenosi mentre i segni clinici di vomito e diarrea vengono trattati con farmaci su prescrizione. La terapia antibiotica viene spesso istituita per aiutare a controllare eventuali infezioni batteriche secondarie a causa di bassi livelli di globuli bianchi.

Tuttavia, gli antibiotici non sono utilizzati per trattare e eliminare il virus stesso. Per i gattini e i gatti che appaiono in shock o con infezioni gravi, è necessaria una terapia aggressiva e cure infermieristiche per la rianimazione, utilizzando trasfusioni di plasma/sangue e terapie anticoagulanti.

Fortunatamente, i gatti che ricevono e rispondono bene alla terapia aggressiva durante i primi giorni di panleucopenia felina tendono ad avere una buona prognosi per una completa guarigione. I gattini infettati in utero durante le prime o medie fasi della gravidanza di solito non sopravvivono.

Quelli infettati nelle fasi successive della gravidanza tendono a sviluppare l’ipoplasia cerebellare ma possono vivere felicemente con tempi di sopravvivenza normali, a seconda della gravità dei segni neurologici. La prognosi diminuisce per i gatti con bassi livelli di proteine, basse temperature, condizioni corporee magre e/o globuli bianchi estremamente bassi negli esami del sangue.

Questi gatti gravemente malati hanno una prognosi sfavorevole e, in media, moriranno entro 12-24 ore. Se un gatto si riprende dalla panleucopenia felina, di solito non ci sono danni permanenti ai loro organi e sviluppano una immunità permanente al virus.

Recupero e Gestione del Virus della Panleucopenia Felina (Distemper Felino)

Fortunatamente, esiste un vaccino per il virus della panleucopenia felina ed è parte della serie di vaccini essenziali per i gatti. Questo vaccino è così efficace che spesso a un gatto è sufficiente una sola dose per l’immunità permanente, anche se è ancora consigliato somministrarlo come serie con altri vaccini essenziali.

La maggior parte dei protocolli di vaccinazione raccomanda almeno due dosi somministrate a distanza di due-quattro settimane, con l’ultima vaccinazione ricevuta quando il gatto ha 14-16 settimane. Questa vaccinazione viene di solito ripetuta ogni uno-tre anni, a seconda dello stile di vita del tuo gatto e dei protocolli stabiliti dal tuo veterinario. Discuti della vaccinazione con il tuo veterinario per ulteriori dettagli e raccomandazioni.

Poiché la panleucopenia felina è resistente e può rimanere nell’ambiente colpito per molto tempo, tutte le gabbie, ciotole per cibo/acqua, giocattoli e biancheria da letto dovrebbero essere sostituiti o accuratamente disinfettati. Questo virus può vivere sulle mani e sui vestiti degli esseri umani che lo incontrano, quindi lavarsi le mani con acqua e sapone dopo aver maneggiato un gatto infetto riduce la trasmissione ad altri gatti.

Per garantire la sicurezza, i gatti non vaccinati non dovrebbero essere collocati in un ambiente frequentato da un gatto con sospetta panleucopenia felina.

Domande Frequenti sul Virus della Panleucopenia Felina (Distemper Felino)

La panleucopenia felina è la stessa cosa del distemper felino? Sì, i veterinari usano questi termini in modo intercambiabile, anche se il distemper felino è impreciso poiché la panleucopenia felina è effettivamente causata dal parvovirus felino.

Quali sono i sintomi del distemper felino? I sintomi clinici del distemper felino includono diarrea (con o senza sangue), depressione, letargia, disidratazione, addome dolorante, vomito o, nei casi più gravi, collasso o addirittura morte.

Il distemper felino può essere curato? Sì, si sviluppa un’immunità permanente se il gatto viene trattato nelle fasi iniziali dell’infezione e risponde bene alle terapie.

Un gatto può sopravvivere alla panleucopenia? Sì, se trattato nelle fasi iniziali dell’infezione.

Il distemper felino è contagioso? Il distemper felino è estremamente contagioso, sia da altri gatti infetti, sia dagli esseri umani che hanno incontrato gatti infetti e/o dall’ambiente. Non è contagioso dai gatti agli esseri umani, solo da gatto a gatto.


Fonti per approfondimenti:

  1. Feline PanleukopeniaVCA Hospitals
    • Una panoramica completa del distemper felino, inclusi sintomi, cause, diagnosi e trattamento.
  2. Feline Panleukopenia (Feline Distemper)PetMD
    • Una guida dettagliata sulla malattia, con informazioni su come si diffonde, come prevenirla e come trattarla.
  3. Distemper in CatsWagWalking
    • Descrive il distemper nei gatti, le sue cause, sintomi e trattamenti, e l’importanza della vaccinazione.

ultimi articoli

Gatto Polidattile: Analisi e Curiosità

Il "gatto polidattile" rappresenta una variazione genetica nel mondo felino, caratterizzata dalla presenza di un numero di dita alle zampe superiore alla media. Questa...

Gatti Anallergici: Miti e Verità Scientifiche

I gatti sono compagni affettuosi, ma per alcune persone, la loro presenza può causare reazioni allergiche. Si stima che fino al 20% delle persone...

Qual’è il peso ideale per il tuo gatto

In un mondo dove i gatti prosperano, potrebbe non essere immediatamente evidente se il proprio micio ha bisogno di perdere qualche chilo. La vista...

Gatto che soffia: Tipi di aggressività nei gatti

L’aggressività, manifestata come comportamento ostile o violento con l’intento di dominare o intimidire un altro individuo, è un problema comportamentale piuttosto comune nei gatti....

Toxoplasmosi Gatto

La toxoplasmosi del gatto è una delle malattie infettive più comuni al mondo, provocata dal parassita unicellulare Toxoplasma gondii. Questo microrganismo è sorprendentemente diffuso:...