Come capire se il tuo gatto ha freddo

Il tuo gatto cerca più coccole ultimamente? Con il calo delle temperature, il tuo gatto cercherà fonti di calore affidabili, e tu sei una di queste! (E a te non dispiace, vero?) Ma quanto freddo è troppo freddo per il tuo gatto?

Come capisco se il mio gatto ha freddo?

il gatto ha freddo

Poiché i gatti tendono a nascondere il loro disagio, dovrai essere particolarmente attento per rilevare questi segni sottili che indicano che il tuo gatto ha freddo:

  1. Estremità fredde: Le orecchie, le zampe e la punta della coda del tuo gatto perderanno calore per prime. Se queste parti del corpo sono fredde, probabilmente il tuo gatto ha freddo.
  2. Sonnellini vicino a fonti di calore: Se noti che il tuo gatto si dirige spesso verso il termosifone per il suo pisolino pomeridiano, puoi scommettere che sta cercando di aumentare la sua temperatura corporea.
  3. Si arriccia in una palla: Anche se potrebbe semplicemente essere una delle posizioni preferite del tuo gatto per dormire, a volte è un indizio che ha troppo freddo. Un gatto infreddolito infilerà le zampe e la coda sotto il corpo per conservare il calore.
  4. Vuole sempre coccole: Se il tuo gatto è sempre sulle tue ginocchia, è probabile che stia cercando di scaldarsi. I gatti infreddoliti si accoccolano insieme per scaldarsi.

Se la temperatura corporea del tuo gatto scende al di sotto dei 32°C, rischia l’ipotermia. Ecco i sintomi dell’ipotermia da lieve a grave nei gatti:

  • Ipotermia lieve (temperatura corporea tra 32-37°C): debolezza, brividi, scarsa lucidità mentale.
  • Ipotermia moderata (28-32°C): rigidità muscolare, bassa pressione sanguigna, stato di torpore, respirazione lenta e superficiale.
  • Ipotermia grave (meno di 28°C): pupille fisse e dilatate, battito cardiaco inudibile, difficoltà respiratorie.

La presenza di questi sintomi richiede una visita immediata dal veterinario.

Consigli per mantenere il gatto al caldo in inverno

Gli esseri umani ben coperti possono tollerare temperature fredde meglio dei gatti, quindi è importante prestare attenzione alla temperatura del termostato di casa. Noi abbiamo coperte e pigiami di flanella per mantenerci comodi e caldi durante le lunghe notti invernali. Il tuo gatto non ha questi lussi.

Detto ciò, con un posto caldo dove accoccolarsi, la maggior parte dei gatti sta bene con le temperature ambientali di una casa, diciamo, 15°C. Se hai un gatto che vive sia dentro che fuori casa, o un gatto che vive solo all’esterno, fai attenzione a temperature inferiori ai 7°C. I gatti più anziani o più magri potrebbero anche aver bisogno di temperature più elevate per stare comodi.

Ecco alcuni consigli aggiuntivi per scaldare il tuo gatto:

  1. Offri una coperta (o due o tre): La flanella è il materiale più accogliente in cui un gattino può infilarsi. E per quanto possa sembrare carino, per favore non avvolgere il tuo gatto in una coperta come un burrito. Odiano essere limitati! Lascia che il tuo gatto sistemi la coperta come preferisce.
  2. Prova un letto riscaldato: Ci sono molte opzioni tra cui scegliere: letti per animali a forma di ciambella, letti semi-chiusi e letti tradizionali. Un consiglio: scegli un letto riscaldato che assomigli il più possibile al letto originale del tuo gatto (se dorme in uno). Una copertura rimovibile per un facile lavaggio è un vantaggio.
  3. Eleva il letto del tuo gatto: Poiché il calore sale, il tuo gatto rimarrà più caldo ad un livello più alto. Basta non bilanciare il suo letto su qualcosa di instabile.
  4. Sfrutta la luce solare interna: Tutti possiamo immaginare un gatto che prende il sole beatamente vicino a una finestra. Lascia aperte le tende durante il giorno in modo che il tuo gatto possa godersi il calore extra.
  5. Più tempo per giocare: Dedica del tempo ogni giorno per divertirti interattivamente con il tuo micio. Incoraggia il tuo gatto a correre e saltare. Questo aumenterà la sua temperatura corporea e aiuterà voi due a legare.
  6. Cibo extra: I gatti bruciano più calorie in inverno per mantenersi caldi, quindi puoi rilassare la tua politica di alimentazione durante questo periodo. Alcuni veterinari ritengono addirittura che dovremmo cambiare la quantità di cibo che diamo ai nostri gatti in base alla stagione, dandogliene di meno nei mesi più caldi e di più nei mesi più freddi, piuttosto che la stessa quantità tutto l’anno.
  7. Condividi il tuo letto: Purché non interferisca con il tuo sonno, prendi in considerazione l’idea di lasciare che il tuo gatto si accoccoli vicino a te nel letto per un calore extra.

Come aiutare i gatti che vivono all’aperto a stare al caldo in inverno

La maggior parte di questi consigli finora è stata per i gatti da interno. Ma se hai un gatto che vive sia dentro che fuori casa o vuoi semplicemente offrire conforto ai gatti randagi nella tua zona, ci sono alcune cose che puoi fare.

Mantenere al caldo i gatti che vivono sia dentro che fuori casa o solo all’esterno

Ci sono due componenti principali che manterranno i gatti randagi al caldo in inverno: rifugio e cibo.

Puoi acquistare un rifugio isolato in un negozio di animali o scegliere la strada fai-da-te se sei abile. Assicurati che le aperture non siano abbastanza grandi da ospitare altri animali come procioni, puzzole o opossum, e una tendina di plastica può fare molto per mantenere il calore. Il fieno e le coperte mylar sono i migliori per l’isolamento: evita tessuti che trattengono l’umidità come asciugamani o coperte comuni.

Posiziona i rifugi lontano dalle aree ad alto traffico. Cerca di mantenerli sollevati di qualche centimetro dal suolo per conservare il calore e fai quello che puoi per posizionare l’apertura del rifugio contro una barriera al vento come un muro o una recinzione per ridurre il vento gelido.

Per quanto riguarda il cibo, le persone attente ai gatti possono mettere cibo in scatola riscaldato fuori a intervalli programmati. Questo insegnerà ai gatti ad arrivare in orario per un pasto caldo. Servi anche cibo secco, perché il cibo in scatola si congelerà se non viene mangiato immediatamente.

Non dimenticare l’acqua! Assicurati di controllarla periodicamente per assicurarti che non si sia congelata.

Ricorda, se hai freddo, è probabile che anche il tuo gatto abbia freddo. Bastano pochi semplici cambiamenti per mantenerlo al sicuro e al caldo per tutto l’inverno.


Fonti per approfondimenti:

  1. Ipet – Come capire se il tuo gatto o cane ha freddo: Suggerimenti per riconoscere i segni del freddo negli animali domestici e come garantire il loro comfort.
  2. Pictures of Cats – Come capire se il mio gatto ha freddo: Approfondimento sui segni di ipotermia nei gatti e come riconoscerli.
  3. 21Cats.org – Come capire se un gatto ha freddo: Consigli su come valutare la temperatura corporea del gatto attraverso le orecchie e le zampe.

ultimi articoli

Come pulire i denti al tuo gatto

Se possiedi un gatto, è probabile che tu voglia fare tutto il possibile per garantire che il tuo piccolo amico peloso rimanga in perfetta...

Il tuo gatto ha i pidocchi? Scopri come proteggerlo

Hai notato il tuo gatto particolarmente irrequieto ultimamente? I pidocchi masticano la pelle dei gatti, causando prurito e disagio. La specie di pidocchi che...

Quante volte urina un gatto sano nel corso del giorno?

Prendersi cura del proprio gatto va oltre il semplice nutrirlo e lavarlo. È fondamentale conoscere anche il suo stato di salute. "Quante volte un...

Enterite Infettiva Felina (Parvovirus, Virus della Panleucopenia)

Quando si parla di Enterite Infettiva Felina (EIF), ci si riferisce a una malattia provocata dall'infezione del parvovirus felino (FPV), conosciuto anche come virus...

Gatto certosino: il felino che ha stregato generazioni

L'affascinante storia del gatto certosino ha origini avvolte nel mistero e nell'antichità. Questa razza di gatto, con il suo pelo blu-grigio e gli occhi...